St.Moritz - stazione capolinea del treno del Bernina

Terme, sport invernali e clima "Champagne"

St.Moritz - stazione capolinea del treno del Bernina

Dopo circa 60 km e 2 ore e un quarto di viaggio in treno, dopo una cinquantina di ponti e una dozzina di gallerie, eccoti in arrivo a St.Moritz, capolinea svizzero della tratta Tirano St.Moritz del trenino rosso del Bernina.
Qui si conclude il tuo tour emozionante e ad accoglierti ci sarà una cittadina nota al mondo per il suo glamour, le sue boutique nel centro e il suo straordinario lago.

 Se preferisci puoi ascoltare questo contenuto

Ascolta "Cap. 18 - St.Moritz" su Spreaker.Puoi ascoltare molte altre informazioni grazie all' audioguida "Happy Trenino Rosso"

 Storia e curiosit√†

Anticamente San Murezzan, così denominato in lingua romancia, era un piccolo villaggio agricolo, immerso tra le Alpi e raggiungibile attraverso i valichi montani, tra cui il famoso passo del Bernina, solo da diligenze e slitte d'inverno.

Certamente, oltre alla vita agreste, in questo luogo, già dall'epoca del bronzo, si conoscevano le acque termali.

Il primo a suggerirle per le cure fu il famoso medico Paracelso, mentre per lo stesso motivo Papa Leone X dichiarò St.Mortiz addirittura "luogo di pellegrinaggio"!

La sua notorietà in ambito turistico arrivò, però, dopo la metà dell'800, periodo in cui la ricca clientela internazionale lo scelse come destinazione per le proprie vacanze.

Divenne in breve una cittadina cosmopolita, esclusiva, in grado di accogliere i turisti esigenti della "Belle époque".

Alla magnificenza degli hotel di lusso si aggiunse la lungimiranza di Johanes Badrutt che, con il suo piglio imprenditoriale e grazie ad una scommessa fatta a degli ospiti inglesi, lanciò il turismo invernale, vera svolta per questa località turistica nelle Alpi!

 Altimetria

A 1856 mslm è situata "la perla dell'Alta Engadina", St.Moritz è una tra le località svizzere grigionesi più famose al mondo.

 Meteo

Il meteo di questa vallata e in particolare di questo luogo di villeggiatura è indubbiamente invidiabile.

Pensa, infatti, che è passato alla storia proprio per il suo clima "champagne", frizzante e con le bollicine.

Si dice che di media in un anno vi siano 322 giorni di sole che, uniti al vento costante, garantiscono un clima secco e piacevole.

Proprio per tale curiosità nel 1930 il sole è stato identificato quale simbolo e marchio turistico e lo trovi raffigurato un po' ovunque.

Certamente dovi, però, anche considerare l'altitudine di questo luogo alpino.

In inverno le temperature si abbassano notevolmente e la neve scende copiosa, talvolta è possibile addirittura trovare una coltre bianca a ricoprire i fiori primaverili.

 Dove si trova

La località "top of the world" di fama internazionale si trova in una splendida conca nel cuore dell'Engadina, la valle del fiume Inn che nasce poco distante da Saink Moritz, a Maloja.

Come un filo conduttore il fiume collega al lago di St.Moritz i laghi di Sils, Silvaplana e Champfer, dando vita ad un incantevole susseguirsi di specchi d'acqua, che battezzano questa zona "la regione dei laghi".

 Cosa fare

Potrai spendere un paio di ore a scoprire questa località che sicuramente farà scaturire in te sensazioni differenti.

Noterai il lusso degli edifici, ben diversi dai tipici chalet di montagna che forse immaginavi, ma al contempo ti lascerai coinvolgere dalla bellezza della natura, la stessa che colpì anche il noto pittore Giovanni Segantini.

Se ami lo sport

Il comprensorio turistico Engadin St. Moritz è davvero un'eccellenza alpina.

Solo in paese ci sono 167 km di piste, appena dietro le vie del centro, raggiungibili da più zone con vari impianti di risalita come la comoda Funicolare che da St. Moritz Dorf arriva a Chantarella e ancora la Funivia Corviglia che ti porta ai 3056 m del Piz Nair!

E pensare che prima di Johannes Badrutt la stagione invernale era completamente snobbata dai turisti!

Addirittura qui ci sono state 2 Olimpiadi invernali (1928 - 1948) e 5 campionati del mondo di sci.

Per non parlare dei 200 km di piste da sci di fondo!

Se l'animo dello sciatore che c'è in te prende il sopravvento, allora carica i tuoi amati sci sul treno regionale...non dovrai pagare alcun supplemento perchè viaggiano gratis e ti faranno compagnia nelle incantevoli discese!

Potrai sciare a St.Moritz, ma anche lungo la tratta della ferrovia Retica, scendendo, a Bernina Lagalb e Bernina Diavolezza.

 Cosa visitare

Per una visita calcola circa un paio di ore, ricorda che allo scoccare del 48° minuto di ogni ora un trenino riparte alla volta di Tirano.

Gambe in spalla e via, si parte alla scoperta della cittadina dal clima frizzante!

St.Moritz Bad e il lago

Il lago di St.Mortiz, raggiungibile dalla stazione con un comodo sottopassaggio, è indubbiamente l'attrattiva che spicca arrivando con il trenino del Bernina nella località engadinese.

Qui potrai fare una passeggiata lungo il sentiero pedonale attorno al lago (circa 1ora e 15 minuti), oppure semplicemente potrai raggiungere la Chiesa di San Carlo che si intravede in lontananza.

D'inverno è tutta un'altra storia!

Il lago diventa ghiacciato e ricoperto da soffice neve, qui fermati ad osservare gare di polo e le corse storiche dei cavalli. 

A corollario di questi eventi, nel mese di febbraio, ci sono momenti di altissima cucina internazionale ospitati nei gazebi allestiti sul lago.

St.Moritz Dorf, il centro

Per visitare la via principale, le boutique e la famosa pasticceria Hanselman, dalla stazione raggiungi delle comode scale mobili all'interno del parcheggio coperto, dove ha sede anche la Design Gallery.

Ricorda, prima di incamminarti, di prendere una piantina del posto presso l'ufficio turistico in zona biglietteria, vi svelerà parecchie curiosità.

Ora segui il percorso riconoscibile dalle numerose bandiere sventolanti ed entra nel parcheggio Serletta.

Giunti in centro, tra una fetta di torta di noci engadinese e una pralina al cioccolato, potrai abbinare una pausa golosa ad una passeggiata tranquilla, alla scoperta delle numerose contraddizioni di questa città montana, alpina, dal fascino sfarzoso e cosmopolita.

Datti il tempo di osservare la “Chesa futura”, edificio all'avanguardia dell’architetto Lord Foster, di raggiungere la chiesa medievale di San Maurizio con il suo singolare campanile pendente.

Visita la chiesa Evangelica nel cuore del centro e scatta delle foto alla Chesa Veglia, tipica casa del 1600 dallo stile engadinese.

Sarà curioso anche spingersi sino all’imbocco della Cresta run, il famoso impianto usato per lo skeleton situato tra Sankt Moritz e il comune di Celerina, adiacente all'altra pista che ha fatto la storia di questo sport: l’Olympia Bobrun St. Moritz–Celerina.

I musei

Abbinare il viaggio del trenino alla visita di musei è possibile, basta organizzare i tempi e controllare con cura giorni e orari di apertura.

Ce n'è per tutti i gusti: Museo di Giovanni Segantini e Berry Museum per gli amanti della pittura, Museo engadinese per chi è incuriosito dalla storia locale e dalle tradizione dell'abitare in Engadina, il Forum Paracelsus per chi desidera scoprire le origine del termalismo locale e molto altro ancora.

 Come arrivare

Puoi raggiungere St.Mortiz in treno, viaggiando da Tirano, a bordo del Bernina Express, il treno panoramico dalle vetrate a cupola,superando il punto più alto della ferrovia, l’Ospizio Bernina.

Ci arrivi anche attraverso la via Albula provenendo da Coira, sempre su carrozze panoramiche o anche di linea in circa due ore di viaggio.

Se ti sposti in auto imbocchi da sud il Passo del Bernina, provenendo dalla Valposchiavo e dalla Valtellina, mentre se arrivi dalla Valchiavenna attraversi il Passo Maloja.

Se, infine, giungi da nord, dal capoluogo grigionese, arrivi mediante il Passo del Giulia.

Attenzione, se viaggi d'inverno in automobile, abbi cura di essere attrezzato per la neve e controlla costantemente l'apertura dei passi.

 Fermate del Trenino Rosso vicine a St. Moritz

Sei arrivato al capolinea di questo viaggio entusiasmante, pieni di emozioni e ricchi di immagini e racconti da portarvi a casa come ricordi!

L'avventura, però, non finisce qui. Ogni stagione ti regala un nuovo paesaggio, programma quindi di ritornare per scorgerne le differenze.

Ricorda che la ferrovia Retica ha ancora parecchie tratte ferroviarie da farti scoprire, come la Via Albula, che ti conduce a Coira, passando da Thusis, dove finisce la linea riconosciuta patrimonio mondiale Unesco.

Se desideri tornare un pò bambino o viaggi in famiglia, puoi anche percorrere l’Heidiland Bernina Express, che ti consente di visitare Maienfeld il paese di Heidi, emblematico personaggio svizzero, noto in tutto il mondo e nato dalla penna della scrittrice Johanna Spyri.

Non scordare, infine, il viaggio a bordo del Glacier Express attraverso le Alpi svizzere che da St. Moritz ti porta in otto ore a Zermatt, dove potrai immortalare la montagna più fotografata del mondo, il Cervino...

Non ti resta quindi che pianificare il prossimo viaggio!