• Trenino Rosso del Bernina

domande frequenti


Durante l'orario invernale le carrozze panoramiche vengono agganciate ai normali treni regionali, nel dépliant degli orari, in legenda con i numeri 7 e 8, è possibile verificare i periodi in cui sono previsti questi treni misti. Il supplemento per queste vetture è di chf 5 e la prenotazione è obbligatoria. Utilizzando queste carrozze, diversamente da quanto accade sul BEX, nessuno vieta che scendiate dal treno per una sosta, infatti i treni misti fanno tutte le fermate. Una volta scesi potrete riprendere il viaggio con i treni successivi, ma in carrozze standard. Se invece desiderate continuare su un treno con carrozze panoramiche dovrete ripagare il supplemento. Ricordiamo che sarebbe bene prenotare il treno panoramico almeno 2/3 settimane prima del viaggio, se si tratta di "ponti e festività" anche molto prima.

Carrozza Standard/treno regionale
I posti a sedere non sono riservabili (chi prima arriva prima si siede), i finestrini si possono abbassare ( ideale per gli amanti delle foto), permette di scendere a tutte le fermate e per questo è l’ideale per chi desidera organizzare delle tappe lungo il tragitto.

Carrozza Panoramica - Bernina Express - BEX
I posti a sedere sono numerati e soggetti a prenotazione, per questo è sempre consigliabile prenotarli per tempo, ha delle vetrate a cupola, molto ampie, non abbassabili, permette di scendere o salire solo in alcune fermate (per questo motivo è consideralo l’Espresso più lento d’Europa) e si paga un supplemento per la prenotazione che varia nell’orario estivo e invernale.

Se siete un gruppo numeroso e siete interessati ad un servizio guida a bordo del treno, o addirittura per l’intera giornata e per la visita anche di altre località, come Tirano, la Basilica ecc. è sufficiente compilare il nostro form specificando la data e il numero indicativo di partecipanti. Riceverete un preventivo in base alle necessità e richieste da voi fornite.

Per dormire durante la vostra gita con il trenino avete più possibilità. Lungo il tragitto potete prevedere delle soste e dei pernottamenti presso dei rifugi/hotel (Stazioni di Le Prese, Alp Grum, Ospizio Bernina, Morteratsch, Poschiavo, Cavaglia in estate, Surovas, Pontresina, Celerina e ovviamente St.Moritz. Compila il nostro form per chiederci maggiori informazioni.

I biglietti acquistati su questo sito sono rimborsabili se la richiesta viene fatta almeno 5 giorni lavorativi prima della data di partenza prevista. La prenotazione della Panoramica non è mai rimborsabile. Verranno comunque addebitate € 10 di spese di gestione per l'annullamento.

I cani possono essere portati a bordo del treno, per verificare costi e dettagli vi invitiamo a visitare i seguenti link: chi viene con me e costi

Per pranzare durante la vostra gita con il trenino avete più possibilità:
sul treno non è vietato mangiare e nemmeno nelle stazioni/sale d'aspetto, quindi se gradite una soluzione economica e veloce potete ipotizzare il pranzo al sacco. Trovate maggiori informazioni e consigli a questo link.

Lungo il tragitto, in alcune stazioni se prevedete una sosta, trovate anche dei rifugi/ristori/ristoranti (Stazioni di Miralago, Poschiavo, Cavaglia, Alp Grum, Ospizio Bernina, Morteratsch, Pontresina, Poschiavo - possono esserci chiusure stagionali dei ristori in bassa stagione) alla stazione di St.Moritz c'è un buffet con anche panini oppure sempre in St. Moritz ci sono vari ristoranti e la famosa pasticceria Hanselman in centro per un dolce break!

Durante il viaggio tra Tirano e St.Moritz i laghi che incontrate sul tragitto sono molti.
Lago di Poschiavo: potete prevedere delle fermate a Miralago (venendo da Tirano sosta a richiesta) o a Le Prese (venendo da Poschiavo) in base alla direzione da cui provenite (tour fattibile tutto l'anno). Se avete poco tempo consigliamo la passeggiata che affianca i binari e che richiede un’oretta di cammino, altrimenti l’intero giro a piedi del lago richiede 2 ore circa.
Lago Palù: raggiungibile da Cavaglia o dal sentiero che scende da Alp Gruem (fattibile in estate e negli altri mesi se non c'è neve e ghiaccio)
Lago Bianco e Lago Nero: presso la fermata di Ospizio Bernina e 2253 m slm, i due laghi si dividono dalla diga, percorrere interamente il lago Bianco nella bella stagione richiede circa un paio di ore, potete però anche solo camminare lungo il tratto ferroviario prima di riprendere un treno successivo. Lago di St.Moritz: il tour del lago lungo il sentiero pedonale richiede un’ora abbondante di passeggiata, ma potete anche solo costeggiarlo dalla stazione alla chiesa di San Carlo e poi ritornare indietro.

Nel caso di fermate a richiesta per scendere e raggiungere il lago (indicate sull'orario con una "x") dovete prenotare la discesa schiacciando l'apposito bottone sul vagone (di fianco alla porta).

Per bambini molto piccoli, così come per persone con eventuali patologie, meglio rivolgersi al proprio medico indicando che il treno arriva fino a 2253 mslm ad Ospizio Bernina per giungere a St.Moritz ai 1775 mslm, il treno viaggia lento, a 30/35 km all'ora. A parte ciò non ci sono particolari controindicazioni, ma è meglio parlare con un esperto. Se soffrite invece di “mal d’auto” considerando che il treno compie molte curve, sarebbe meglio, una volta saliti a bordo, scegliere il posto che pone le spalle alla stazione da cui partite, così da viaggiare lungo il senso di marcia. Non è però possibile, in fase di prenotazione del Bernina Express o delle carrozze panoramiche d’inverno avere la certezza del senso di marcia che viene definito dalla ferrovia il giorno della partenza. In questo caso, se siete almeno una coppia, consigliamo di prendere due posti uno di fronte all’altro se disponibili, di certo uno dei due viaggerà seguendo il senso di marcia.

Il tragitto classico Tirano - St.Moritz è una gita solitamente giornaliera, ma nessuno vieta di farla in due o più giorni prevedendo dei pernottamenti lungo la tratta, dipende dal tempo che ognuno ha a disposizione.

Il treno regionale/standard permette di scendere a tutte le fermate (alcune fermate sono a richiesta, indicate sull'orario con una "x", in tal caso dovete prenotare la discesa schiacciando l'apposito bottone sul vagone di fianco alla porta) per questo è il treno ideale per chi desidera organizzare delle tappe lungo il tragitto. Le soste possono durare quanto desiderate, scesi dal treno infatti potete visitare la località, fare passeggiate o addirittura pernottare in quel paese, poi conclusa la vostra sosta potete riprendere il treno all'orario prediletto tra i successivi e proseguire il vostro viaggio. Il trenino rosso è però un treno “normale” da un punto di vista di trasporto passeggeri, non fa delle fermate "turistiche" se così si può dire, le sue soste consentono ai passeggeri di salire o scendere, ma non prevede soste fotografiche o panoramiche per poi ripartire per il proprio tragitto sullo stesso treno. Se quindi scendete, il treno all’orario stabilito riparte e non vi aspetta!

Dato che il biglietto di andata e ritorno vale 10 giorni è possibile.

Se scendete dal treno panoramico, su cui avete i posti assegnati/numerati e per i quali avete pagato il supplemento, perdete la prenotazione dovendo continuare il viaggio su un treno standard, a meno che non prenotiate anche il panoramico successivo in vostra coincidenza.
Il suggerimento è che se si viaggia sul panoramico sarebbe bene non scendere per soste, almeno in quella tratta. Potrete in caso prevedere delle soste al ritorno prendendo un treno regionale. In ogni caso se avete un biglietto e una prenotazione per il panoramico, potete scendere dal panoramico, ma nessuno vi vieta, dopo la sosta, di raggiungere la meta del vostro viaggio per cui avete acquistato il biglietto proseguendo su treno regionale.

Ricordiamo che sarebbe bene prenotare il treno panoramico almeno 2/3 settimane prima del viaggio, se si tratta di "ponti e festività" anche molto prima. Se siete un gruppo numeroso, invece, l’ideale sarebbe prenotare con anche 1 o 2 mesi di anticipo, tutto dipende anche dai periodi e giorni (il weekend ovviamente è più richiesto) scelti per il viaggio.

I treni regionali non richiedo alcuna prenotazione, se non per gruppi di almeno 15 persone, "chi prima arriva prima si siede", e si può salire e scendere ogni volta che si desidera proseguendo nel viaggio con un treno regionale successivo. Ovviamente arrivate in anticipo rispetto all'orario di partenza, almeno 30 minuti prima, soprattutto nei weekend e durante i "ponti". Infatti può anche capitare, nei casi di tanta affluenza, che i vagoni si riempiano e voi siate costretti a prendere il treno successivo per godere del viaggio seduti.

Il treno viaggia 365 giorni l’anno (a meno che non ci siano situazioni eccezionali che ne impediscano il transito), in ogni condizione atmosferica, solamente in caso di maltempo può essere che a luglio e ad agosto non vengano posizionate le carrozze cabrio scoperte negli orari previsti.