Pontresina

Una romantica sosta nella capitale dell'alpinismo

Pontresina

Pontresina si raggiunge dopo circa un paio di ore di viaggio a bordo del treno del Bernina.

Ci arrivate dopo avere superato la stazione di Surovas, tipico chalet di montagna dalle forme pittoresche, che vi preannuncia il vostro arrivo in una zona più abitata rispetto alla Val Bernina e alla Valposchiavo.

Pontresina, stazione più grande della ferrovia del Bernina, è certamente una delle tappe consigliate durante tutto l'anno, oltre ad essere un crocevia per i treni che vanno a St.Mortiz e gli altri che conducono nel resto del Cantone.

 Storia e curiosit√†

Un pò come per la maggior parte delle località lungo la linea del Bernina, anche Pontresina in passato doveva la sua ricchezza ai proventi derivanti dai dazi, che i vari viaggiatore dovevano pagare al loro transito.

A causa di un periodo difficoltoso, dovuto ad un clima inospitale, molti abitanti emigrarono altrove.

Solo al loro rientro e a partire dal 1860 Pontresina si fece conoscere quale località turistica raffinata, adatta agli amanti della natura, degli sport e soprattutto dell'alpinismo.

Da lì a poco le case private si trasformarono in alberghi e con il passare del tempo il turismo divenne la prima attività dell'economia locale.

Oggi Pontresina può vantare imponenti hotel di lusso, ma anche alberghi pittoreschi e ricchi di tradizione.

 Altimetria

Pontresina si trova a 1805 mslm, in una posizione privilegiata lungo la strada che conduce al valico del Bernina e soprattutto a pochi passi dalle cime imponenti che l'hanno resa la capitale dell'alpinismo.

 Meteo

Indubbiamente il clima di questa località, una vera e propria terrazza soleggiata incastonata tra le Alpi, è da invidia!

Potrete, infatti, godere del sole che caratterizza questo luogo, riparato dalle montagne circostanti anche dal vento forte che, invece, domina la regione dei laghi poco distante.

 Dove si trova

Pontresina si trova in Alta Engadina, sulla sponda destra del fiume Inn ed è attraversata dalle acque del torrente Flan.

Funge da porta d'ingresso alla Val Bernina ed è avvolta da profumati boschi di pini cembri e di larici.

Dista solo 7 km da St.Moritz, 50 km da Tirano e 79 km da Coira.

 Cosa fare

Qui potrete sicuramente sgranchirvi le gambe, dopo il viaggio a bordo del trenino rosso del Bernina, percorrendo uno dei suoi sentieri più belli: la Val Roseg.

Mentre se siete degli appassionati incalliti dello sci da fondo, allora siete proprio nella vostra patria!

Gita in Val Roseg con le carrozze trainate dai cavalli

Da non perdere assolutamente qui a Pontresina è l'escursione nella "valle delle cince", ai piedi del ghiacciaio Roseg.

Si tratta di un sentiero pianeggiante, lungo 7 chilometri che raggiungete in pochi minuti, uscendo dal piazzale della stazione e svoltando a destra.

Un luogo incontaminato, percorribile con gli sci da fondo o in sella alla vostra mountain bike, oppure più semplicemente a piedi, lungo una strada sterrata e innevata d'inverno.

Se però volete farvi rapire da un sentimento più romantico e meno sportivo, potrete farvi accompagnare al rifugio in fondo alla valle da carrozze trainate dai cavalli.

In tal caso dovrete, però, prenotare la vostra escursione e pianificare il vostro rientro in base alle coincidenze con i treni diretti verso i due capolinea. (orari trenino del Bernina)

 Cosa visitare

Se decidete di fare una sosta qui, prima di riprendere il trenino del Bernina , potrete programmare una passeggiata piacevole tra le vie del centro, raggiungibile in dieci minuti a piedi.

In circa un'ora e mezza riuscirete a visitare la via principale, se però avete più tempo e vi interessa una parentesi culturale ecco che potrete programmare una sosta al Museo Alpino.

Museo Alpino

Ospitato nella vecchia casa engadinese, la Chesa Delnon, visibilmente ben conservata, vi propone vari allestimenti e mostre permanenti.

E' il luogo esatto dove scoprire la storia dell'alpinismo, estivo e invernale, dagli albori, dalla conquista del massiccio del Bernina fino al moderno alpinismo.

 Come arrivare

A Pontresina ci potrete arrivare comodamente seduti sul Bernina express, partendo da Tirano o da Coira in circa 2 ore.

Se viaggiate in auto ci potrete arrivare percorrendo la strada cantonale 29 dalla Valtellina, lungo la Valposchiavo e il Passo del Bernina.

Arrivando da Milano, in automobile, potreste anche decidere di salire dalla bella Valchiavenna, con magari una sosta alle cascate dell'Acquafraggia, lungo la Valbregaglia e il passo Maloja.

Se soggiornate a Livigno, in estate la potrete raggiungere comodamente attraversando il Passo Forcola (aperto solitamente da giugno a novembre), altrimenti attraverso la galleria Munt La schera.

Infine da Coira in auto potrete percorrere il passo Giulia, antica via di carovane e somieri.

 Fermate del Trenino Rosso vicine a Pontresina

Salutate Pontresina e preparatevi per la prossima fermata....

Eh già, pensavate di essere quasi arrivati, ma in realtà prima di St.Moritz e di Celerina, potreste decidere di scendere anche a Punt Muragl.

Assente dal dépliant delle fermate, questa piccola stazione, si presenta a voi con un semplice cartello, che racchiude però un'escursione che ricorderete per sempre.

Scesi dal treno, dopo averne richiesto la fermata pigiando il bottone apposito, potrete attraversare il ponte sul fiume Flanz e dirigervi verso la stazione in stile Art Nouveau dalle tinte albicocca.

Qui la cremagliera Muottas Muragl vi condurrà in pochi minuti sul "Monte delle capre", attraversando il bosco e raggiungendo la terrazza panoramica dell'hotel che ne domina la vetta.

Un punto panoramico d'eccellenza, e per gli amanti del trekking un pot-pourri di sentieri per tutti i gusti!