Informazioni in merito al Coronavirus

Incertezze, buoni comportamenti e informazioni per viaggiare in sicurezza sul trenino del Bernina

Informazioni in merito al Coronavirus

Le tue principali incognite
Dovresti viaggiare in Svizzera, ma non conosci le regole imposte a chi attraversa il confine in questo periodo.
Dopo la gita dovrai pure rientrare a casa, anche le migliori vacanze finiscono prima o poi.
L’Italia, però, quali norme ha previsto per un ritorno in sicurezza alla vita quotidiana?
Come vedi sono molte le questioni da tenere in considerazione prima di programmare un viaggio in Svizzera, finchè la situazione non si sarà normalizzata.

Ingresso in Svizzera
A partire dal 22 gennaio 2022 solamente alle persone non vaccinate che entrano in Svizzera è richiesto:
- un PCR test (tampone molecolare) effettuato nel Paese di partenza con validità di 72 ore
oppure
-un test antigenico rapido eseguito non oltre 24 ore prima.
I costi del test sono a carico dei viaggiatori.
Il test può anche essere fatto nelle farmacie di Tirano, preoccuandosi di prenotarlo in anticipo.

La tua check list prima del viaggio, uno sguardo all’Italia.
Provieni da una zona che ha il via libera per la Svizzera, hai compilato il modulo di entrata se necessario, ma non sai quali norme prevede l’Italia per i viaggi all’estero.
Ecco un riepilogo che spiega cosa fare quando pianifichi il tuo viaggio oltre confine:
- verifica il colore della tua regione e attieniti agli obblighi previsti
- monitora le restrizioni imposte dalla Svizzera
- controlla le procedure richieste dal Governo italiano
- visita il sito viaggiaresicuri.it , puoi compilare velocemente un questionario che ti riepiloga il giusto comportamento da tenere per viaggiare in Svizzera e all’estero.

Il rientro in Italia dalla Svizzera
In base alla normativa italiana, lo spostamento in Svizzera e il viaggio sul trenino rosso del Bernina è possibile anche per turismo.

Per il rientro in Italia dai Paesi dell’elenco C (di cui la Svizzera fa parte) dal 16 dicembre fino all 31 gennaio 2022 anche per i vaccinati e i guariti è richiesto un tampone (tampone rapido con validità 24 ore).

Inoltre è obbligatorio:
1) la compilazione di un formulario on-line di localizzazione (denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF) o di una versione cartacea.
2) la Certificazione Verde Covid-19 ottenuta attraverso:
- aver completato il ciclo vaccinale prescritto anti-SARS-CoV-2
- oppure esser guariti da COVID-19 (la validità del certificato di guarigione è pari a 180 giorni dalla data del primo tampone positivo)
- oppure essersi sottoposti a tampone molecolare o antigenico prima dell’ingresso (entro le 48 ore) in Italia con esito negativo. I minori al di sotto dei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone pre-partenza. Il tampone può essere effettuato in Italia e lo si può prenotare nelle farmacie di Tirano.

Oltre al test negativo, per i non vaccinati è previsto un periodo di quarantena di 5 giorni una volta arrivati a destinazione (la quarantena è obbligatoria a partire dai 6 anni).

Come comportarsi in treno e nelle stazioni
Per vivere con serenità la tua gita ricorda alcune piccole regole:
- indossa la mascherina, se hai più di 12 anni
- mantieni la distanza di due metri
- viaggia in orari con meno frequenza se ti è possibile
- acquista on line il tuo biglietto, comodamente da casa tua
- riduci i tempi di attesa e della sosta in stazione
- lava e disinfetta spesso le mani
- tieni pulito, butta la spazzatura negli appositi contenitori

I regolamenti in vigore possono cambiare in qualsiasi momento. Per questo motivo controlla nuovamente le prescrizioni poco prima del tuo viaggio tramite questo link per l’Italia e questo per la Svizzera.


Ultimo aggiornamento il: 25/01/2022 10:56:55